Archive for the ‘partecipazione’ Category

DUE NUOVI LIBRI

venerdì, giugno 7th, 2013

Sono stati pubblicati recentemente due  nuovi libri della Collana “Progettazione Sostenibile Partecipata” diretta da Elena Mortola, dei quali Alessandro Giangrande è coautore.

I libri sono:

Antonio Caperna, Alessandro Giangrande, Paolo Mirabelli, Elena Mortola (2013),  Partecipazione e ICT. Per una città vivibile, Gangemi editore, Roma (vedi Indice).

Lea Angeloni, Daniela Festa, Alessandro Giangrande, Adriana Goni Mazzitelli, Riccardo Troisi (2013), Democrazia emergente. La stagione dei Bilanci partecipativi a Roma e nel Lazio, Gangemi editore, Roma (vedi Indice).

WORSHOP “LA CITTA’ STORICA: VIVERE TRA PASSATO E FUTURO. NUOVE STRATEGIE”

venerdì, giugno 7th, 2013

Il 15 aprile 2013 si è svolto presso la Casa dell’Architettura di Roma un workshop, promosso dalla Consulta dei Beni Culturali dell’Ordine degli Architetti  e P.P.C. di Roma e provincia, da FIDAPA BPW Italy e da SUIFA, che aveva lo scopo di raccogliere idee e proposte “al femminile” per il Centro storico di Roma.

Il workshop è stato coordinato da Alessandro Giangrande ed Elena Mortola, con l’aiuto di Lea Angeloni nel ruolo di facilitatore. A esso hanno partecipato una ventina di  donne che conoscono a fondo le problematiche del  Centro storico di Roma:  libere professioniste, docenti universitarie, imprenditrici, rappresentanti di comitati e associazioni, funzionarie dell’amministrazione pubblica, abitanti.

L’esito  del workshop è  illustrato in dettaglio nel rapporto dei risultati finali. L’approccio partecipativo utilizzato è descritto nell’ APPENDICE A del rapporto; l’ APPENDICE B illustra in sintesi l’approccio Strategic Choice, che potrà essere utilizzato in seguito per procedere in modo incrementale sia alla scelta e alla realizzazione delle opzioni progettuali più efficaci, sia per individuare le opzioni esplorative necessarie per  potere ridurre le incertezze che, allo stato attuale, potrebbero renderne difficile o impossibile l’attuazione.

SECONDA BIENNALE SPAZIO PUBBLICO

giovedì, maggio 23rd, 2013

Il 17 maggio 2013 alcuni membri dell’associazione culturale PSP (Progettazione Sostenibile Partecipata) sono intervenuti alla 2.a  Biennale Spazio Pubblico di Roma  (2013) per illustrare, nell’ambito del workshop “Valorizzazione del patrimonio pubblico dismesso”, un lavoro intitolato Scenari di trasformazione e prove di fattibilità nel percorso partecipato per il recupero e il riuso dell’ex deposito ATAC Vittoria a Roma

ex deposito ATAC

Il  lavoro  illustra  in sintesi  la  storia dell’ ex  deposito, il processo di progettazione   partecipata    e   una semplice esemplificazione progettuale per il recupero e riuso dell’ex deposito elaborata da una parte  dei partecipanti nell’ambito del  seminario gestito dall’ associazione  PSP.

Nel   lavoro  sono   anche   illustrate alcune  procedure    di finanziamento  che l’amministrazione potrebbe utilizzare per acquisire i fondi necessari per realizzare l’intervento,  senza  vendere  l’area  a un soggetto privato o ricorrere a una procedura tradizionale di project financing.

IL LABORATORIO DEL MUNICIPIO ROMA XVII – L’ex rimessa ATAC ‘Vittoria’

sabato, febbraio 2nd, 2013

Da oltre un anno Alessandro Giangrande è membro del Coordinamento Cittadino Progetto Partecipato, che ha sollecitato il Municipio Roma XVII a istituire il Laboratorio di Progettazione Partecipata per il recupero e riuso dell’ex rimessa ATAC “Vittoria”. Ha partecipato a tutte le attività che hanno visto il Laboratorio opporsi ai programmi e ai progetti elaborati dal Comune di Roma per la “valorizzazione” dell’ex rimessa e ha collaborato all’elaborazione delle tavole che sono state esposte alla Casa dell’Architettura di Roma nell’ambito di una mostra organizzata dal Comitato Cittadino per l’uso pubblico delle caserme (22/01/13 – 01/02/13). Nel dibattito che ha avuto luogo presso la sede della mostra  ha svolto un intervento intitolato I beni dell’ATAC: il caso dell’ex rimessa ‘Vittoria’, che sintetizza le vicende del Laboratorio dalla sua istituzione a oggi.

Come vice presidente dell’Associazione culturale PSP (Progetto Sostenibile Partecipato), che fa  parte del Laboratorio, ha sviluppato con altri membri dell’Associazione e alcuni cittadini del quartiere Della Vittoria un esempio di progetto di riuso e recupero dell’ex rimessa ATAC coerente con le linee guida elaborate dal Laboratorio di Progettazione Partecipata, utilizzando i metodi che sono illustrati in Scenari futuri per l’ex deposito ATAC “Vittoria” a Roma (a cura di E. Mortola), quaderno OPEN PISM/PSP n. 1, ARACNE editrice,  Roma, 2112.

UNA LEZIONE SUI METODI DI C. ALEXANDER

martedì, dicembre 20th, 2011

monumento a S. Giovanni LabreIl 16 dicembre 2011 il prof. Giangrande è stato invitato dal prof. Giovanni Rabino della Facoltà d’Ingegneria del Politecnico di Milano a svolgere una lezione agli studenti del corso di “Modellistica e governo del territorio”. La lezione illustra i metodi di Alexander (da A Pattern Language a The Nature of Order), integrate da alcuni nuovi concetti e definizioni la cui validità è stata confermata dalle sperimentazioni progettuali che il prof. Giangrande e i suoi collaboratori hanno svolto negli ultimi quindici anni.

La procedura è particolarmente utile nei processi di progettazione partecipata che riguardano soprattutto – ma non solo – gli interventi di recupero e riuso in contesti urbani di valore ambientale, storico-culturale e architettonico.

PRATICHE E STRATEGIE DI RIAPPROPRIAZIONE DELLA CITTA’

mercoledì, dicembre 7th, 2011

Mandrione - parco lineare

Lo scorso mese di novembre è stato pubblicato il libro “Pratiche e strategie di riappropriazione della città: il caso di via Casilina Vecchia e via del Mandrione a Roma” (a cura di Alessandro Giangrande e Adriana Goni Mazzitelli, Aracne, Roma, 2011).

Il libro illustra le pratiche urbane esercitate con successo dagli abitanti e alcuni progetti stratagici per il futuro dell’area, elaborati dagli stessi abitanti con i docenti e gli studenti della Facoltà di Architettura di Roma Tre .

UN PROCESSO DI PROGETTAZIONE PARTECIPATA: IL CASO DELL’ANGELO MAI

sabato, ottobre 1st, 2011

Quest’anno, presso la sede della casa editrice (30 giugno) e nella sala Urbano VII della Facoltà di Architettura dell’Università Roma Tre (30 settembre), è stato presentato il libro “Progettazione partecipata. Il caso dell’Angelo Mai nel rione Monti a Roma” (a cura di Alessandro Giangrande ed Elena Mortola), Gangemi Editore, Roma, 2011.
La Rete Sociale Monti e l’Università Roma Tre, nel 2002, diventano potagoniste promuovendo numerose azioni dirette a salvare l’Istituto Angelo Mai dalla cartolarizzazione decisa dall’amministrazione statale e avviando un processo di progettazione partecipata con gli abitanti del rione. Il processo, dopo varie vicende, continua ancora: il libro documenta gli eventi che si sono succeduti in tutto questo tempo e le metodologie progettuali utilizzate per elaborare il progetto finale.

WORKSHOP PROGETTUALE: IL RECUPERO DI VIA DEL MANDRIONE A ROMA

giovedì, novembre 4th, 2010

Dal 13 al 18 ottobre 2010 il prof. Giangrande – coadiuvato dalla prof. Elena Mortola, da alcuni collaboratori (arch. Fausta Mecarelli, dott. Adriana Goni, dott. Chiara Belingardi) e studenti del Master PISM (archh. Sara Fernandez Moyano, Enrica Gialanella, Aniza Granata, Luigi Viapiano) – ha coordinato il workshop di progettazione intitolato Mandrione partecipato (vedi il programma del workshop ). Al workshop hanno partecipato circa trenta studenti del corso di laurea 1M della Facoltà di Architettura dell’Università degli studi Roma Tre.

Inizialmente gli studenti sono stati introdotti all’area di studio da un archeologo (dott. Luigi Ciotti), da un antropologo (prof. Giuseppe Scandurra) e da alcuni abitanti, che hanno illustrato le problematiche del luogo e indicato due tratti di via del Mandrione particolarmente critici, da riqualificare in via prioritaria:

Il prof. Alessandro Giangrande ha quindi svolto una lezione per introdurre gli studenti ai principi, ai metodi e alle tecniche di progettazione di Cristopher Alexander. Una sintesi degli argomenti trattati nella sua lezione si possono trovare nella dispensa Wholeness, Visioning e Unfolding.

Lo scenario futuro (visioning) è stato costruito nella sede del Centro anziani di Villa Lais dagli abitanti e dagli attori universitari – docenti, collaboratori e studenti – come un “racconto dal futuro” articolato in due parti, riferite ai due tratti di strada considerati. Nel documento sono state inserite le proposte più interessanti elaborate dagli studenti, al fine di attestare la coerenza tra progetti e scenario.

Uno stralcio degli elaborati prodotti da ogni gruppo sono riportati qui di seguito:

Gruppo 1 , Gruppo 2 , Gruppo 3 , Gruppo 4 , Gruppo 5 , Gruppo 6

UN APPROCCIO PARTECIPATIVO DINAMICO PER LA RIQUALIFICAZIONE E LA VALORIZZAZIONE FLUVIALE NEI CONTRATTI DI FIUME

venerdì, settembre 25th, 2009

Il testo completo dell’intervento di Alessandro  Giangrande al 4° Tavolo Nazionale sui Contratti di Fiume (Roma, 25 settembre 2009) si trova all’indirizzo seguente:

Tavolo nazionale Contratti di Fiume

SPAZI DIDATTICI ALL’APERTO – UN PROCESSO DI PROGETTAZIONE PARTECIPATA

martedì, giugno 2nd, 2009

Il libro curato da Alessandro Giangrande, Gabriella Guidetti ed Elena Mortola: Spazi didattici all’aperto, Gangemi editore, Roma, 2009, descrive un processo di progettazione partecipata che ha visto collaborare diversi soggetti nell’ambito di un accordo di partenariato: il Municipio Roma VI, Il Dipartimento di Studi Urbani di Roma Tre, l’Ufficio Verde Scolastico del Dipartimento X del Comune di Roma,  la Società Roma Multiservizi e l’Associazione Cemea del Mezzogiorno.

La progettazione ha riguardato gli spazi esterni di otto scuole  – asili nido, scuole dell’infanzia e scuole elementari –  intesi come estensione di quelli interni, come luoghi in cui si realizzano le condizioni che rendono il tempo trascorso all’aperto complementare all’altro, e non un semplice ‘intervallo’.

Il processo progettuale è illustrato in sintesi nell’ intervento presentato alla VI edizione della Mostra-Convegno Terra Futura che si è svolta a Firenze dal 29 al 31 maggio 2009.